onda tempestaPanoramicaWeb 1

Titolo del progetto: Scenari di innalzamento del livello del mare lungo le coste del Mediterraneo – 2

 

SAVEMEDCOASTS-2

SAVEMEDCOASTS-2 è l'acronimo di Sea Level Rise Scenarios Along the Mediterranean Coasts. Il progetto mira a prevenire i disastri naturali causati dagli effetti combinati dell'innalzamento del livello del mare (SLR) e del cedimento del suolo (LS) nelle principali zone costiere esposte della regione mediterranea .

SAVEMEDCOASTS-2 recupera scenari di rischio di alluvione che tengono conto degli effetti di amplificazione su mareggiate, tsunami ed erosione costiera , supporta le parti interessate locali e risponde alle esigenze delle popolazioni per far fronte ai potenziali effetti previsti dell'innalzamento del livello del mare nei prossimi anni. 

Il progetto intraprende attività in aree selezionate a rischio lungo le coste del Mediterraneo, come delta fluviali, lagune, pianure costiere e aree di bonifica. casi studio del progetto sono il delta del fiume Ebro in Spagna , la laguna di Venezia in Italia , la pianura di Chalastra in Grecia e l' area di bonifica del Basento in Italia , dove vengono implementati scenari di rischio di alluvione e azioni di comunicazione del rischio. Le aree di studio del progetto sono il delta del fiume Rodano , in Francia e la città di Alessandria , nel delta del fiume Nilo, in Egitto, dove viene valutato solo l'impatto dell'SLR. 

 

Perché studiamo delta fluviali, lagune e aree di bonifica?

I delta dei fiumi, le lagune e le aree di bonifica sono tra le zone umide più preziose del mondo . Queste zone spesso altamente popolate sono ecosistemi produttivi strettamente connessi con l'attività umana, che sono esposti ai cambiamenti negli ambienti costieri in conseguenza dei cambiamenti climatici e dell'innalzamento del livello del mare .

Inoltre, i processi geologici che la compattazione del terreno favorevoli rendono questi pianura siano altamente subsidente e quindi lavandino. Il cedimento rapido può accelerare notevolmente l'innalzamento del livello del mare e, a sua volta, aggiungere minacce alle condizioni di vita delle popolazioni locali con crescenti probabilità di inondazioni e inondazioni, che possono verificarsi anche in combinazione con maree ed eventi meteorologici estremi . 

I delta fluviali, le lagune e le aree di bonifica sono zone di transizione tra ambienti interni e costieri; quindi sono altamente sensibili ai cambiamenti fisici e biologici che possono influenzare ulteriormente l'integrità delle falde acquifere e le dinamiche delle zone costiere a tutti i livelli . Inoltre, il fattore antropogenico rende queste aree altamente suscettibili alle infrastrutture e al degrado dell'ecosistema dovuto all'industrializzazione e all'inquinamento . 

Per valutare i cambiamenti attuali e futuri di queste zone in risposta all'innalzamento del livello del mare, al cedimento del suolo e ad altri fattori ambientali che agiscono nella regione mediterranea e mitigare i rischi, è fondamentale ottenere una mappa ad alta risoluzione degli attuali tassi di subsidenza del suolo areale. , insieme alle proiezioni dell'innalzamento del livello del mare

 

Cosa facciamo?

Mappe digitali ad alta risoluzione, misurazioni dei tassi di subsidenza, da dati geodetici e di telerilevamento dallo spazio e proiezioni di innalzamento del livello del mare basate sui dati dell'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) vengono utilizzate per valutare la pericolosità costiera e gli scenari di allagamento attesi per il 2100. Selezionato gli stakeholder sono coinvolti attraverso un approccio strutturato che li incoraggia a considerare i potenziali impatti dell'innalzamento del livello del mare per la gestione costiera e facilita la cooperazione con la comunità scientifica e l'identificazione di misure di mitigazione e adattamento . Per agire oggi e dare forma all'adattamento nelle generazioni future sarà dedicata un'attenzione specifica alla comunicazione del rischio per le scuole .

Le attività sono inquadrate in 9 pacchetti di lavoro .

Fondi e capitalizzazione

SAVEMEDCOASTS-2 è finanziato dalla Commissione Europea ECHO (Grant Agreement 874398). Il progetto capitalizza i risultati di SAVEMEDCOASTS-1 ( www.savemedcoasts.eu ), KnowRISK (Conosci la tua città, Riduci il rischio seISmico attraverso elementi non strutturali; https://knowriskproject.com/ ) e Tsumaps-NEAM (Tsunami Maps for the NEAM regione; http://www.tsumaps-neam.eu/ ).

Il consorzio

Il progetto è un consorzio tra istituti di ricerca europei, università e parti interessate selezionate.

 
Share