CamarguePanoramica Etang de Vaccares
Wikimedia Commons. Didier Devèze, CC BY-SA 3.0 - The image has been reshaped 

IL DELTA DEL RODANO - FRANCIA

Località: Camargue – France

 
rhone
1. Un panorama della Camargue
 

Con una superficie di oltre 930 km2, la foce del fiume Rodano (Francia meridionale) è il più grande delta fluviale del Mediterraneo occidentale. Questa zona, conosciuta come Camargue, è un parco naturale caratterizzato da una vasta pianura affacciata sul Mar Mediterraneo, dove defluiscono i due bracci principali del fiume Rodano denominati Grand Rhône (nel versante orientale) e Petit Rhône (nel versante occidentale ). Una vasta laguna salmastra è separata dal mare da banchi di sabbia circondati da paludi ricoperte di canneti e ampie aree coltivate. La città storica di Arles, famosa per gli edifici di epoca romana, è il principale insediamento di questa regione. Lungo la costa si trovano i piccoli villaggi marittimi di Saintes-Maries-de-la-Mer, Le Grau-du-Roi, Aigues-Mortes e Port-Saint-Louis-du-Rhône, che sono molto esposti ad erosione marina e mareggiate.

Fenomeni osservati associati all'aumento del livello del mare (SLR)

Il delta del fiume Rodano si è sviluppato negli ultimi 7000 anni dopo l'ultimo massimo glaciale di 20.000 anni fa. Le caratteristiche geomorfologiche di quest'area sono condizionate dall'evoluzione del delta e dalla subsidenza. Quest'ultima è causata dalla compattazione dei sedimenti trasportati dal fiume. Questa zona, posta a quote molto basse rispetto al livello del mare, è spesso soggetta ad allagamenti perché debolmente digradante e pertanto soggetto a straripamenti in caso di forti piogge. Inoltre, poichè la maggior parte di quest'area si trova a meno di 1 m al di sopra dell'attuale livello medio del mare o addirittura al di sotto di questo, diviene molto sensibile alle sue variazioni.

Effetti e questioni aperte

Negli ultimi decenni sono stati costruiti frangiflutti e barriere per proteggere la costa dalle frequenti tempeste, inondazioni ed erosione. Proprio a causa dell'erosione costiera e della subsidenza, queste strutture richiedono frequenti lavori di manutenzione e restauro, soprattutto dopo eventi estremi, con alti costi di manutenzione. Per le sue caratteristiche, il delta del Rodano è fortemente esposto all’aumento del livello del mare entro il 2100. In particolare, la subsidenza ne sta amplificando gli effetti, causando erosione e arretramento accelerato della costa.


Crediti immagini: 
https://www.flickr.com/photos/kolia-fotki/25512819900/ Flickr, Коля Саныч, CC BY-ND 2.0 - L'immagine è stata ritagliata
Share